Una terra fra acque e cielo. Bonifica e territorio nell’Oltrepo mantovano

A cura di Luigi Cavazzoli, Edizioni Il Fiorino, Modena 2008.

L’occasione che ha stimolato l’ideazione di questo volume è riconducibile a due concomitanti ricorrenze: il millenario della fondazione del monastero polironiano (1007) e il centenario della conclusione dei lavori della bonifica dell’agro mantovano-reggiano (10 marzo 1907); la realizzazione dell’iniziativa si è poi rivelata fattibile grazie al sostegno dell’Amministrazione provinciale di Mantova–Assessorato alla cultura; del comune di Moglia–Museo lineare delle bonifiche; dei Consorzi di Bonifica “Terre dei Gonzaga” in destra Po di Mantova e di Burana Leo Scoltenna Panaro di Modena.
Oggi l’Oltrepo mantovano, è incluso nei comprensori dei due Consorzi di bonifica appena menzionati e di quello di Parmigiana Moglia Secchia di Reggio Emilia; in tal modo esso è parte integrante, dal punto di vista idraulico, della Pianura Padana ricadente nella regione emiliana. Ciò rende comprensibile perché il Circolo culturale “I. Bonomi” abbia attivato un progetto d’iniziative, mirate alla valorizzazione e diffusione della conoscenza del patrimonio culturale dell’area delle basse mantovana, modenese e reggiana, di cui questo volume, dedicato a Bonifica e territorio nell’Oltrepo mantovano, costituisce il primo esempio. Mentre la prima parte del titolo: Una terra fra acque e cielo, fa riferimento all’intero territorio delle bonifiche e, pertanto, include anche le aree modenesi e reggiane. Si tratta di un unicum geografico e storico, che merita di essere studiato, narrato e conosciuto come tale nella sua identità. È una terra fertilissima costruita dal Po, dai suoi laboriosi affluenti appenninici e dall’uomo; questi nel corso di circa due millenni, l’ha organizzata per ospitare un’agricoltura fra le migliori d’Europa. Il lavoro svolto si è manifestato a tal punto paziente, tenace e collettivo da formare anche i caratteri distintivi di una plurisecolare eredità storica dei suoi abitanti; gli stessi caratteri che sono riconoscibili nelle contigue basse modenese e reggiana: lo stretto rapporto uomo-acque-terra, la diffusione dell’associazionismo come grande idea-forza, il pragmatismo creativo nella pluralità dei protagonisti, un’economia che nel corso del Novecento si è mantenuta prevalentemente agricola, con un’industria a questa correlata.
Gli undici saggi contenuti nel volume, sono legati da un robusto filo conduttore che li attraversa e li connette al suggestivo e impegnativo titolo, che costituisce il tema generale da svolgere. A questo compito hanno concorso, con ogni probabilità per la prima volta, molteplici discipline: poesia, architettura, economia, sociologia, politica, scienza, pittura, cinematografia, tecnica, natura, paesaggio, legislazione, agronomia, ciascuna con i propri linguaggi e metodi. A ben vedere, però, non è altri che l’uomo, nella molteplicità delle sue competenze e manifestazioni, che in questo volume discorre di bonifica e territorio con la competenza che gli proviene dall’essere stato ideatore e costruttore di entrambi.

Indice:
L.C. Introduzione
MAURO LASAGNA: Acqua e acque: paesaggio e poesia in Virgilio
ALESSANDRO OLIANI: Le acque nelle mappe dell’Oltrepo
ELISABETTA NOVELLO: L’evoluzione della legislazione sulle bonifiche dall’unità all’avvento del fascismo: problematiche economiche e sociali
LAERTE MANFREDINI: Scienza e tecnica nella bonifica e irrigazione dell’Oltrepo mantovano
GIANNI CHIARELLI: L’irrigazione nell’Oltrepo Mantovano: quattro secoli di progetti e realizzazioni
EUGENIO CAMERLENGHI, PAOLA MARZORATI: Architettura e paesaggio
LUIGI CAVAZZOLI: Economia e società
LUIGI GUALTIERI: Lotte sociali tra riformismo e democrazia
DARIO A. FRANCHINI: Tra fiumi, canali e fossi: paesaggio e natura nel territorio mantovano a Sud del Po
RENATA CASARIN: Modelli del paesaggio nella pittura mantovana del Novecento
CLAUDIO FRACCARI: Tra acqua e terra. Il paesaggio padano nel cinema
Indice dei nomi
Biografie degli autori

Categoria: Il territorio delle basse Comment »


Lascia un commento



Back to top